In UK le vendite soprendono in positivo, sale la sterlina

In UK le vendite soprendono in positivo, sale la sterlina

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
21 maggio 2014



Nel Regno Unito le vendite al dettaglio hanno molto sorpreso al rialzo, mentre le vendite del settore auto sono accelerate del 7,7 % anno su anno ad aprile ( contro il 5,4 % atteso). Come sospettato, i verbali della BoE hanno mostrato una visione ” più equilibrata “. GBP / USD ha rotto la resistenza chiave a breve termine a 1,6903, le offerte di opzione sono legate al mantenimento del ribasso sopra 1.6850/60 oggi e domani. In Europa, l’euro tiene, mentre i verbali della Fed e le elezioni del Parlamento europeo rappresentano degli eventi importanti di rischio. Infine, i prezzi dell’oro rimangono senza direzione sulle speculazioni.

Conto alla rovescia per le elezioni del Parlamento europeo

Il rally delle obbligazioni periferiche è atteso ora che l’attenzione del mercato si sposta alle elezioni del Parlamento europeo dal  22 al 25 maggio. Considerate le crescenti pressioni anti- austerità, soprattutto in periferia, le elezioni portano un importante rischio di evento. I rendimenti dei titoli italiani e spagnoli a 10 anni sono ormai ben al di sopra di quelli della scorsa settimana al 3 %, i titoli portoghesi a 10 anni sono tornati sopra il 4 % per la prima volta dal 25 marzo, mentre quelli a 10 anni greci si avvicinano al 7,0 %.

Sul lato forex, EUR / USD mantiene e le osservazioni della BCE non raccolgono una significativa reazione del mercato, l’azione della BCE è ormai ampiamente valutata. Ci aspettiamo un prudente tono ottimistico dal verbale. Qualsiasi sorpresa che sostiene la linea dura porta nuovo rischio di downside per l’euro.

La domanda d’oro avrà una spinta dall’India?

La domanda d’oro si è leggermente ritirata a 1,074.5 tonnellate nel 1 ° trimestre secondo il rapporto del World Gold Council pubblicato il 20 maggio. L’aumento della domanda di gioielli è contrastata dal calo degli investimenti. La domanda di gioielli d’oro è aumentata del 3 % nel primo trimestre e circa il 35 % di questo aumento viene dalla Cina. La domanda indiana è scesa del 8,7% dopo le restrizioni governative relative al disavanzo delle partite correnti.

XAU / USD è rimbalzato da 1286 dollari nel commercio di ieri. Gli indicatori di tendenza e di momentum restano piatti, con la media mobile a 21, 50, 100 e 200 giorni strizzata all’interno della gamma 1,287 – 1,315. Manteniamo la visione neutrale a breve termine per l’oro fino a che si ha un breakout significativo in entrambe le direzioni.

Andando avanti, il sentimento ribassista dal lato istituzionale è un po’ contrastato dalla domanda di beni rifugio sicuro, a causa della crisi in Ucraina. D’altro canto, la domanda di oro delle banche centrali e delle persone dovrebbe rimanere ancorata.

Lascia un Commento