Investire nello yen giapponese

Investire nello yen giapponese

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute, Yen
Ultimo aggiornamento:
11 agosto 2012



Investire nello yen giapponese è una delle cose più interessanti che si possa fare nel forex. Sicuramente la valuta nipponica ti permette di avere un certo grado di sicurezza quando i mercati non ne hanno, inoltre è un’ottima valuta per chi vuole fare carry trade, una modalità di trading che è diventata molto popolare negli ultimi anni, con gli investitori che acquistano monete con tassi di interesse più elevati e vendono valute con tassi di interesse minori, nel tentativo di lucrare proprio sulla differenza tra questi tassi di interesse. Sebbene sia difficile determinare quanti soldi siano legati al business del carry trade con lo yen giapponese, alcune stime parlano di migliaia di miliardi di dollari.

Con così tanti investitori che utilizzano questa strategia, il carry trade è decisamente interessante per tutti, altrimenti non sarebbe così diffuso. Gli esperti dicono che il valore dello yen aumenterà nel corso del tempo e che il governo giapponese non sarà in grado di tenere artificialmente basso il suo valore ancora per molto tempo, cosa che invece ha fatto fino ad oggi con maggiore o minore successo.

Il carry trade con lo yen è, come detto, molto diffuso, tanto che oggi ci sono centinaia di miliardi di dollari in posizioni carry trade che riguardano la valuta del Giapponese. Attenzione a chi volesse iniziare ad investire oggi in questo strumento, in quanto il valore dello yen ha recentemente iniziato a salire, anche se probabilmente c’è ancora tanto tempo prima che il valore della valuta nipponica possa trovare uno stato di equilibrio. Coloro che credono che il valore dello yen salirà ancora potranno investire in yen ora, in attesa della crescita ampiamente prevista del suo valore.

Naturalmente, il commercio del Forex offre anche la possibilità di sfruttare la leva, che è pari a 400 a uno. Gli investitori che acquistare yen devono ovviamente stare attenti a limitare l’influenza delle leva stessa ad un livello gestibile.

Lascia un Commento