JPY e AUD

JPY  e  AUD
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Banche
Ultimo aggiornamento:
8 aprile 2009



Ogni mese, tranne che nel mese di Gennaio, il Consiglio direttivo della Reserve Banca d’Australia si riunisce per decidere il tasso d’interesse a breve termine da fissare (cioè il “cash rate”).
La decisione che viene presa relativa al tasso nazionale d’interesse a breve termine dipende principalmente dall’inflazione e l’obiettivo primario della Banca Centrale, è di assicurare la stabilità dei prezzi; tale tasso è un indice chiaro, ed è relativo al valore delle divise. Attualmente tale tasso è al 3% e si prevede una discesa al 2,75%. Tassi d’interesse alti hanno effetti positivi sulla valuta del paese poiché attirano investimenti stranieri che cercano alte remunerazioni dei propri capitali senza rischiarne l’ammontare di partenza. Questo fa sì quindi che vi sia un incremento di domanda di valuta nazionale. La quotazione di ieri EUR/AUD 1,8675.
Anche il Comitato per la politica monetaria della Banca del Giappone si riunisce ogni mese per decidere il tasso d’interesse a breve termine. L’obiettivo primario della Banca Centrale è di assicurare la stabilità dei prezzi, così quando l’inflazione cresce oltre il 2% le banche centrali reagiscono alzando il tasso d’interesse per riportare i prezzi ai livelli precedenti. Attualmente il tasso è a 0,10% e le previsioni sono che tale tasso rimanga invariato. Ieri lo scambio EUR/JPY ha quotato 133,28.
Per tasso d’inflazione si intende la percentuale di aumento del livello dei prezzi in un certo periodo preso come riferimento.
Reverberi Erica

Lascia un Commento