L’analisi tecnica, il mondo che non conosci, l’azione dei prezzi

L’analisi tecnica, il mondo che non conosci, l’azione dei prezzi

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex, Tecniche Forex
Ultimo aggiornamento:
5 aprile 2011



Usare l’analisi tecnica per poter operare sul mercato del forex è un ottimo approccio, almeno meglio di un’entrata casuale nel mercato. Seguire delle regole generali per l’ingresso è una cosa positiva se sei soddisfatto di ciò che fai e ti forniscono un leggero vantaggio, dato che hai una completa comprensione della natura probabilistica del movimento dei prezzi e la possibilità di gestire la tua posizione e il tuo rischio.

Come abbiamo anticipato in uno degli scorsi articoli, c’è un mondo completamente diverso per quanto riguarda l’analisi tecnica, che non tutti riescono a vedere. Ovviamente anche questo nuovo mondo non garantisce il tuo successo, dato che il fantomatico Santo Graal non esiste, ma vi fornirà un’ulteriore opportunità per aumentare il vostro vantaggio. L’utilizzo di questo “mondo nascosto” vi permetterà di aprire delle posizioni con un minor grado di rischio.

Le posizioni che riescono a farci avere un grado di rischio inferiore sono ovviamente ben accette da tutti i trader. Per poter fare questo occorre fare una sorta di analisi basata maggiormente sulla verità dietro il movimento dei prezzi piuttosto che su una sola regola generale per l’ingresso nel mercato.

Dove si può trovare questo ‘altro mondo’ dell‘analisi tecnica? Occorre semplicemente guardare dietro i propri indicatori o dietro i modelli classici dei grafici, che cosa si trova? Semplicemente, il prezzo azione!

Non importa il modo in cui si definiscono le azioni passate del prezzo, ovvero se hanno una tendenza rialzista, una tendenza al ribasso, una tendenza laterale, un movimento testa e le spalle, sonno un triangolo ascendente o un modello a cinque onde. Si tratta solo un’etichetta che descrive un ravvicinamento dei movimenti passati del mercato.

L’etichetta non è importante. Ciò che è importante è la natura del movimento del prezzo che sta dietro il modello o l’indicatore. Nel prossimo articolo andremo ad approfondire questo importante concetto.

Lascia un Commento