La Banca Centrale Europea potrebbe intervenire per aiutare la Spagna

La Banca Centrale Europea potrebbe intervenire per aiutare la Spagna

Scritto da:
The Economist
Categoria:
BCE
Ultimo aggiornamento:
12 aprile 2012



Benoit Coeure, direttore esecutivo della BCE, ha detto che la banca potrebbe riprendere il suo programma di acquisto di obbligazioni sovrane nel tentativo di alleviare la crisi a spirale che sta colpendo la Spagna. Coeure ha detto che i timori del mercato per la Spagna non sono giustificati, ma ha aggiunto che la BCE potrebbe decidere di intervenire qualora le cose non dovessero sistemarsi da sole.

Mariano Rajoy, il primo ministro iberico, ha pronunciato un discorso al Parlamento insistendo sul fatto che è chiaro come il giorno che la Spagna non avrà bisogno di un salvataggio in stile Grecia.

Intanto il paese sta perdendo la fiducia dei mercati e ha fatto appello ad altri leader europei ad essere attenti con le loro osservazioni e a ricordare che se la Spagna è forte ci sono dei grandi vantaggi per tutti. Rajoy ha detto che l’obiettivo per il 2012 è quello di raggiungere un disavanzo del 5.3% del PIL.

Gli economisti spagnoli hanno però avvertito che le misure di austerità stanno schiacciando l’economia e che potrebbero innescare dei disordini civili.

Nel frattempo, l’Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo, OCSE, ha confermato che il tasso di disoccupazione spagnolo è il più alto nel mondo sviluppato. L’ultimo rapporto ha inoltre detto che la disoccupazione in tutta la zona euro è aumentata per l’ottavo mese consecutivo, arrivando al 10.8% a febbraio, dal 10.7% di gennaio.

Come si stanno comportando, nel frattempo, gli altri paesi? L’Italia è stata costretta a pagare un costo più elevato per vendere il debito a breve termine. Roma ha venduto 8 miliardi di euro di obbligazioni ad un anno a tassi di interesse medi del 2.84, più del doppio visto durante l’ultima asta del 13 marzo. In Germania l’asta dei titoli a 10 anni ha visto un interesse minimo, pari all’1.77% in media. Il rendimento delle obbligazioni nel Regno Unito è sceso marginalmente, al 2.06%. Cameron ha detto che la Gran Bretagna è in vantaggio rispetto alle attese sul suo piano di riduzione del deficit.

Lascia un Commento