La Gran Bretagna vara il piano anti-crisi

La Gran Bretagna vara il piano anti-crisi

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Banche, Sterlina inglese
Ultimo aggiornamento:
19 gennaio 2009



Tra i paesi a risentire di più della crisi, la Gran Bretagna è in prima fila.
La sterlina inglese ha perso molti pips in ambito forex nei confronti di euro e dollaro usa, ed entrambi i trend per il gbp sono ancora in fase negativa.
Solo per dare un’idea a chi si è avvicinato da poco al forex ricordiamo la discesa del cambio gbp/usd dall’oltre 1,83 di settembre all’attuale 1,49 e la salita del cross eur/gbp sempre da settembre, da oltre 0,75 agli attuali 0,90 (con un high peak di 0,95 circa, datato ultimi giorni del 2008).

Ora i britannici si affidano alle banche per tentare di risollevare la cresta: saranno stanziati ben 55 miliardi di sterline.
Obiettivo del piano è stimolare i ricorsi al credito di famiglie e imprese, con le banche che saranno il perno della manovra.

Così è articolato il tutto:

  • la Banca centrale immetterà moneta sul mercato
  • la banca Northern Rock concederà mutui e prestiti
  • il Tesoro aumenterà le quote nella Royal Bank of Scotland

Positive i commenti dei traders, anche se da molti la manovra viene giudicata un pò tardiva: vedremo se la sterlina riuscirà a recuperare qualcosa su euro e dollaro usa nei prossimi giorni.

Lascia un Commento