La leva Forex, un esempio pratico

La leva Forex, un esempio pratico

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex, Grafici Forex
Ultimo aggiornamento:
24 giugno 2010



Se molti commercianti sono interessati a fare trading nel mercato del forex è soprattutto grazie alla presenza della elevata leva finanziaria. L’uso della leva, infatti, permette ai commercianti di aumentare notevolmente il potenziale profitto di un investimento. Fare negoziazione Forex usando la leva significa anche che i commercianti non devono necessiamente depositare l’intero valore delle loro posizioni, dunque possono assumere delle posizioni che valgono molto più dei loro conto capitale, anche fino a 200 volte di più.

Il Forex ha una leva molto più alta rispetto ad altri mercati finanziari, come quello delle azioni o dei futures. Quando si fa forex trading l’effetto leva è un modo per trarre maggiori profitti sui movimenti di mercato relativamente piccoli. Inoltre, fare scambio solo con qualche migliaio di dollari e senza effetto leva è una cosa che non ha molto senso in quanto il ritorno sarebbe insignificante.

Vediamo un esempio per chiarire meglio l’effetto leva. Conviene capire chiaramente questo concetto perché la leva è una cosa con la quale avremo a che fare in ogni momento.

Un trader ha 1.000 euro nel suo account. Acquista un lotto, pari a 100.000 euro, della coppia di valute GBP / USD al prezzo di 1,4650 con la leva a 200:1. Il margine utilizzato è di 500 euro. Se il mercato si muove a favore del trader fino a 1,4750, una mossa da 100 pips, che viene considerata come una buona fluttuazione, allora il trader ha un profitto di 1.000 euro, ovvero 100 pips x 10 euro di valore per ogni pip.

Il suo capitale è ora doppio rispetto al conto capitale iniziale, dunque ha registrato un guadagno del 200% sul margine di 500 euro e un ritorno del 100% .

Nel prossimo articolo vedremo invece che cosa succederà se il mercato dovesse andare a muoversi contro la posizione aperta dal trader.

Lascia un Commento