La teoria delle Onde di Elliott nel Forex, parte 2

La teoria delle Onde di Elliott nel Forex, parte 2

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
28 febbraio 2013



Abbiamo visto nello scorso articolo una prima base dei modelli di trading secondo la teoria di Elliott. Per poter investire con successo ci sono alcune linee guida per poter investire al meglio. Ecco alcune regole fondamentali: l’onda 2 non deve mai scendere al di sotto dell’onda 1, l’onda 3 dovrebbe essere più grande dell’onda 1 e 5. L’onda 4 non deve sovrapporsi con l’onda 1.

L’onda 1 è raramente evidente al suo inizio. Quando la prima ondata di un mercato toro ha un nuovo inizio, si ha ancora un andamento quasi universalmente negativo. La tendenza precedente è considerata ancora fortemente in vigore. Gli analisti fondamentali continuano a rivedere le loro stime sull’andamento al ribasso e l’economia non sembra forte. Le indagini sul sentiment del mercato sono ancora ribassiste e la volatilità implicita nel mercato Forex è alta. Il volume potrebbe aumentare un po’ mano a mano che i prezzi aumentano, ma non abbastanza da allertare molti analisti tecnici.

L’onda 2 due corregge l’onda numero uno, ma non può estendersi oltre il punto iniziale di essa. Dato che i prezzi stanno girando, il sentimento ribassista è ancora forte, con la mentalità “orso” ancora molto diffusa. Tuttavia ci sono i primi segnali positivi che appaiono per coloro che ne sono alla ricerca: il volume dovrebbe essere più basso durante l’onda due che durante l’onda uno, i prezzi di solito non ripercorrono più del 61,8% dell’onda 1 (Fibonacci). Il prezzo raggiungerà un minimo che è superiore al minimo precedente risultante in un maggiore ribasso.

L’onda 3 è di solito quella più grande e potente tra tutte. La tendenza generale del mercato è ora positiva e in tanti iniziano ad investire long ad. I prezzi aumentano velocemente, le correzioni sono di breve durata e poco profonde. Come l’onda tre inizia l’andamento al rialzo è probabilmente ancora un po’ in calo e la maggior parte dei trader sono ancora negativi, ma dal punto centrale dell’onda tre si ha un rialzo.

Lascia un Commento