La teoria di Fibonacci nel mercato Forex

La teoria di Fibonacci nel mercato Forex

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex, Tecniche Forex
Ultimo aggiornamento:
17 novembre 2009



Abbiamo già visto, in un articolo precedente, la teoria di Fibonacci. Come abbiamo già detto, Fibonacci ha ideato una serie matematica che è possibile trovare praticamente ovunque. Come in altri campi, anche economici, la serie di Fibonacci trova riscontro pratico anche nel Forex. Come mai e come possiamo usare Fibonacci a nostro favore?

Le teorie di Fibonacci sono state aggiornate nel tempo in termini di utilizzazione nel Forex, tanto che oggi sono uno dei pilastri dei vari trader finanziari che provano a realizzare guadagni nel settore del Forex usando le serie di Fibonacci.

Per calcolare i numeri di Fibonacci basta semplicemente sommare due numeri vicini per avere il terzo, e così via. La possibilità di usare le serie di Fibonacci nel Forex sono una cosa pratica e molto usata, dato che ci consentono di avere diverse informazioni utili.

Una delle prime cose che la serie di Fibonacci ci permette di fare è quella di scoprire in che direzione il trend generale potrebbe muoversi. Poi ci consente di calcolare l’intensità delle variazioni delle candele, in maniera da sapere se un trend può essere più o meno volatile. E’ poi una serie molto utile dato che ci permette di trovare le zone migliori per poter fare operazioni nel mercato del Forex e di trovare i punti di rendimento del mercato, ovvero i migliori punti di ingresso nel mercato e di uscita dallo stesso.

Fibonacci ci permette anche di calcolare dei livelli di supporto e di resistenza dinamica, ovvero che si modificano con il cambiare del trend. Infine, cosa molto utile per un discorso di money management, ovvero per la gestione del nostro capitale, Fibonacci ci permette di posizionare correttamente uno stop loss.

In conclusione, ribadiamo l’importanza di usare la serie di Fibonacci nel Forex, per cui conviene vedere in pratica come poterla usare.

Lascia un Commento