L’analisi tecnica, il mondo che non conosci

L’analisi tecnica, il mondo che non conosci

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
29 marzo 2011



Lo sapevate che esiste un intero ‘altro mondo’ di analisi tecnica che gli operatori meno esperti non conoscono? Per chi volesse imparare cos’è e come poterlo usare a proprio favore, andiamo ad addentrarci in maniera più approfondita.

Per prima cosa dobbiamo dire che cosa è l’analisi tecnica. Per gli operatori meno esperti sembra essere uno, o una combinazione, dei due seguenti approcci:

  • l’arte di definire le azioni recenti dei prezzi attraverso delle tecniche classiche di grafici, come il riconoscimento dei modelli, i canali, triangoli, testa e spalle, così via
  • l’arte di rappresentare l’azione dei prezzi attraverso i numerosi indicatori disponibili sulla piattaforma broker, come le medie mobili, lo stocastico, il MACD e così via.

Sapere queste cose è un buon inizio. Ma il fatto è che non importa come si definisce la struttura del mercato, sia esso basato sulla teoria di Dow o sulla teoria delle onde di Elliot, oppure ancora attraverso un approccio basato su un indicatore. Quello che è importante ricordare è che la struttura tecnica definisce il movimento del mercato passato. E’ praticamente una semplificazione che ci permette di identificare rapidamente ciò che è accaduto in passato.

I profitti provengono dall’azione futura dei prezzi, però, non dall’azione passata degli stessi. Quindi, dopo aver definito il movimento passato dei prezzi, i trader dovrebbero utilizzare delle regole connesse a tale azione dei prezzi passati per giustificare l’ingresso nel mercato.

Per esempio, la rottura di una figura testa e spalle ha solitamente un gran valore, con target pari alla distanza tra il collo e la testa. Quindi, dopo aver individuato una rottura verso il basso, si entra short. Un crossover di una media mobile è invece indice di un cambiamento di tendenza. Se ad esempio un’EMA 10 attraversa al di sopra un’EMA 20, il commerciante novizio entra long.

Ma c’è qualche cosa di più rispetto a questo, che andremo a vedere nel prossimo articolo.

Lascia un Commento