Le valute nella settimana appena trascorsa

Le valute nella settimana appena trascorsa

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
21 aprile 2012



L’euro è salito al di sopra della quota di 1,32 dollari nei confronti del dollaro, sollevato dai dati ottimisti che derivano dall’Ifo tedesco, che ha dato forza alla moneta unica, che all’inizio di questa settimana era ancora sotto pressione a causa del debito dei paesi, Spagna in particolare, e dei rendimenti dei titoli, che è salito sui timori dello stesso debito spagnolo.

I mercati sono stati sollevati anche oggi dalla più grande economia della zona euro, la Germania, che ha mostrato come la fiducia delle imprese è aumentata per il sesto mese di seguito. La coppia di valute EUR / USD ha toccato il massimo da due settimane, arrivando ad una quota di 1,3223 e salendo di oltre 90 pips in un giorno. In tutta la settimana, l’euro è salito di oltre l’1 per cento, il più grande guadagno settimanale dallo scorso mese di febbraio.

La coppia di valute GBP / USD ha invece guadagnato oltre 100 pips, arrivando al massimo da cinque mesi a questa parte, a quota 1,6118 , dopo che il Regno Unito ha reso note che le vendite al dettaglio sono state migliori del previsto, in aumento dell’1,8 per cento a marzo. Questa ha confermato l’opinione che la Banca d’Inghilterra farà a meno di un nuovo quantitative easing, il che ha dato forza alla sterlina.

La coppia di valute EUR / JPY è invece salita dato che l’euro è sostanzialmente più forte, arrivando al massimo di 107,99 , il livello più alto da due settimane. L’euro ha guadagnato oltre il 3 per cento, questa settimana, contro la valuta giapponese, che è stata sotto pressione a causa della speculazione sul fatto che la Banca del Giappone potrebbe dichiarare un quantitative easing la prossima settimana.

La coppia di valute USD / JPY è invece aumentata dell’1,8 per cento, arrivando ad un picco di 81,76. Durante la sessione degli Stati Uniti, invece, questa coppia è caduta a causa di un dollaro sostanzialmente più debole, a quota 81,52.

Lascia un Commento