L’euro sale contro lo yen, la sterlina contro tutti

L’euro sale contro lo yen, la sterlina contro tutti

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
29 novembre 2013



Sebbene i mercati statunitensi sono ampiamente tornati dalle vacanze del Ringraziamento, le condizioni di mercato dovrebbero rimanere sottili nel weekend. Ci aspettiamo che le principali coppie di valute si muovano in gamma per tutto il pomeriggio, con un adeguamento dei prezzi prima del flusso di dati in arrivo dagli Stati Uniti per la prossima settimana. I prezzi rimangono molto sensibili alle notizie e alla liquidità, ma la stessa dovrebbe restare limitata. Ciò detto, dopo che l’eurozona ha fatto segnare un CPI migliore del previsto nel mese di novembre, l’azione dei prezzi manca seriamente di direzione.

EUR/JPY ad nuovi massimi

Una buona notizia è arrivata dal Giappone. I prezzi al consumo a livello nazionale sono stati da piatti a positivi nel mese di ottobre, con il CPI di Tokyo che è avanzato dallo 0,6 % allo 0,9 % a novembre. Il rapporto del mercato del lavoro è migliorato dallo 0,95 allo 0,98, il PMI del manifatturiero ha fatto vedere un’espansione più veloce da sette anni a questa parte. Il governatore della BoJ, Kuroda, ha dichiarato che il paese si avvicina all’obiettivo di inflazione del 2%, aggiungendo che l’economia si sta riprendendo meglio delle aspettative.

EUR/JPY è uscito fuori dal nostro target a 139,22 (massimo del 2009) e ha radunato a 139,71. Il prossimo livello tecnico chiave è a 140.00 (resistenza psicologica), poi a 140.96/141.00 (38,2% di Fibonacci del calo 2008/2012). Al ribasso, il supporto dovrebbe entrare in gioco a 137.50/71.

GBP in salita

Anche se i prezzi delle case a livello nazionale sono saliti del 6,5 % a novembre (l’espansione più veloce rispetto ai mesi scorsi), abbiamo visto una reazione rilassata da parte dei mercati forex, forse per l’annuncio di ieri di Carney. Il governatore della BoE ha fatto un grande passo in avanti con la diluizione del programma di credito. Carney sta dando dei segni di ottimismo sull’economia del Regno Unito. Con la sterlina GBP che continua a guadagnare slancio, gli indicatori tecnologici si avvicinano alle condizioni di ipercomprato. Tuttavia, riteniamo che la rottura del massimo dell’anno sulla coppia di valute GBP/USD sia solo una questione di tempo.

La prossima settimana…

La prossima settimana sarà ricca di eventi. Il rilascio chiave sarà quello dei libri paga non agricoli di novembre. Ricordiamo che il mese scorso è stata una sorpresa inaspettata sul PFN, con l’economia americana che aveva aggiunto oltre 200.000 nuovi posti di lavoro non agricoli nel mese di ottobre, nonostante l’arresto del governo. Per il mese di novembre il consenso è di 183.000, con il tasso di disoccupazione che dovrebbe migliorare dal 7,3 % al 7,2 %.

Lascia un Commento