L’euro scende a causa della paura di Cipro, lo yen attende il nuovo governatore della BoJ

L’euro scende a causa della paura di Cipro, lo yen attende il nuovo governatore della BoJ

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
21 marzo 2013



L’euro è caduto contro il dollaro nelle prime ore di oggi dopo che la Germania ha messo in evidenza dei dati più deboli del previsto rispetto alla sua attività economica. Anche le preoccupazioni del collasso bancario a Cipro continuano ad incombere  sugli investitori e hanno frenato la domanda per l’euro dopo che il paese ha respinto i termini del piano di salvataggio da parte dell’Unione europea, proprio all’inizio di questa settimana.

Il settore privato tedesco ha rallentato nello scorso mese di marzo, con l’attività manifatturiera che è scesa al di sotto del livello di 50, che separa l’espansione dalla contrazione. Alcuni strateghi temono che le perdite dell’euro possano in ogni caso essere limitate dalla mancanza di appetito degli investitori verso le altre principali valute, date le aspettative di un ulteriore allentamento monetario da parte della Federal Reserve e della Banca del Giappone. I timori immediati della crisi finanziaria di Cipro si sono molto allentati, ma la piccola isola sta ancora cercando uno sbocco per ottenere gli aiuti finanziari di cui ha bisogno.

Gli investitori seguono da vicino anche un’asta di bond spagnoli alla ricerca di una negazione in merito ad un possibile contagio che si possa diffondere da Cipro fino alla quarta economia della zona euro. Le perdite dell’euro sono dovute, come abbiamo detto in apertura, anche alla debolezza dei dati economici tedeschi, che hanno contribuito a spingere l’indice del dollaro in crescita dello 0,3 per cento.

Gli operatori sono ora in attesa della prima conferenza stampa del nuovo governatore della Banca del Giappone, Haruhiko Kuroda, e dei vice governatori Kikuo Iwata e Hiroshi Nakaso, alla ricerca di indizi su come la banca centrale possa operare sotto la sua nuova leadership. Le attese da parte del mercato per un aggressivo allentamento monetario da parte della BOJ hanno messo in agitazione la valuta nipponica e hanno portato il dollaro a salire, nei confronti della stessa moneta giapponese, al livello più alto dal mese di agosto 2009.

Lascia un Commento