L’euro in tendenza al rialzo, CAD in perdita

L’euro in tendenza al rialzo, CAD in perdita

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
24 gennaio 2014



Il mercato del forex si trova ad un bivio interessante questo venerdì. Le tendenze dell’Euro nel complesso sono positive grazie all’impulso dato dal supporto del PMI di ieri, il cable si estende al massimo dell’anno a 1,6668, mentre l’aggressiva vendita del TRY continua. Nonostante gli sforzi della banca centrale turca di raffreddare la sua valuda. Davanti a noi, il Canada pubblicherà i dati CPI di dicembre, i commercianti si aspettano qualche azione dei prezzi nel pre – weekend sul CAD. Il rapporto di inflazione farà rivivere la teoria dovish della BoC.

L’Euro inverte il trend

Le letture del PMI a supporto della giornata di ieri sono state il grilletto del rimbalzo dell’euro. Tecnicamente, la mancata cancellazione del supporto a 1.3500/24 ha intensificato il raduno a 1,3705. Il forte pick-up ha avuto un impatto significativo sugli indicatori tecnici a breve termine. L’indicatore MACD ( 12, 26 giorni) è entrato nella zona verde e suggerisce un’ulteriore correzione al rialzo al di sopra di 1,3640. Per quanto riguarda i mercati delle opzioni, vediamo l’evoluzione delle posizioni al rialzo per la settimana successiva. Le offerte si possono vedere a 1.3585/1.3600.

EUR/GBP è rimbalzato da 0,81683 questa settimana, a due passi dal nostro obiettivo a 0,8160. Manteniamo la nostra visione ribassista di EUR/GBP per una stretta settimanale al di sotto di 0,8330, mentre le opzioni vanilla in scadenza oggi sono suscettibili di mantenere al ribasso sopra 0.8220/25.

Rapido follow – up sulla lira

La Banca Centrale della Turchia ha speso 1.85 miliardi di dollari USD in interventi nel forex ieri (per la prima volta da due anni) per diminuire l’elevata volatilità della lira. L’operazione è stata un pazzesco e costoso flop. Il TRY continua ad essere aggressivamente venduti e aggiornano i minimi record contro USD, EUR e CHF questa mattina.

Oggi il CPI canadese

Alle due nel pomeriggio la lettura del CPI canadese sarà carico di importanza nella vigilanza pre-weekend. Nella sua riunione politica di questa settimana, la BoC ha evidenziato l’importanza dei crescenti rischi al ribasso per l’inflazione sul futuro della politica monetaria. La BoC è pronta a procedere con un taglio dei tassi se i mercati delle case continuano con il rallentamento e se le pressioni deflazionistiche persistono. I mercati si aspettano che il CPI mese su mese sarà allo 0,0 % , mentre il Core CPI mese su mese dovrebbe passare da -0,1% a -0,4 %.

Ai livelli attuali, USD/CAD visualizza delle pesanti condizioni di ipercomprato. L’RSI si attesta al 80 % mentre la coppia di valute si aggira intorno alla banda di Bollinger a 30 giorni.

Lascia un Commento