L’importanza di scegliere gli indicatori più semplici, parte 2

L’importanza di scegliere gli indicatori più semplici, parte 2

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
4 ottobre 2013



Abbiamo visto nello scorso articolo l’importanza di rimanere semplici quando si va alla ricerca del giusto indicatore per investire denaro nel forex. Abbiamo anche parlato del fatot che spesso i giovani trader, quelli meno esperti, preferiscono complicare le cose che rimanere semplici. Accade spesso, se si complica troppo, che si opta per un metodo di investimento sbagliato, troppo complesso, con il rischio di sentirsi frustrati quando si capisce che il metodo su cui si era puntato tutto, in realtà, non funziona.

Il problema, spesso, è che si è optato per un metodo decisamente complesso. Al contrario, scegliere un metodo facile da capire, con alcuni indicatori tra i più comuni, è una cosa ottimale, l’unica con la quale si può riuscire ad investire con successo.

Solo tempo ed esperienza insegnano che le cose complicate, per la maggior parte delle volte, non sono buone, e che le cose semplici sono spesso le migliori. Questo vale anche per il forex.

Se tutti i commercianti che sono ossessionati dalla “mentalità della complessità” sperimentassero un metodo di trading più semplice potrebbero riuscire ad investire al meglio. Questo suggerimento vale sia per i principianti che per coloro che sono esperti.

La chiave nel forex è una sola, semplice, ma molto potente. Essa consiste nell’utilizzare solo pochi indicatori, i più noti in assoluto, magari applicati in maniera insolita. Questo è ciò che può dare un certo vantaggio nel mercato valutario.

La regola del 80/20 entra in gioco nel forex, ma si potrebbe considerare le regole del 90/10 o del 95/5.

Come abbiamo visto in questo e nello scorso articolo, investire nel forex è una cosa facile, se si sa come fare. Per poter investire facile nel forex occorre rimanere semplici. Due sinonimi che, nel mercato valutario, indicano una cosa sola: denaro guadagnato e grande successo, emozionale ed economico.

Lascia un Commento