L’indicatore Momentum (2°parte)

L’utilizzo di un indicatore di momento (momentum) può spesso, fornire notizie circa la latente condizione di forza o di debolezza presente nella tendenza del prezzo esaminato, spesso con un buon anticipo rispetto al punto di svolta finale.

Il grafico del momentum presenta la linea di riferimento dello “0”, ma non possiede una banda di oscillazione inferiore o superiore prestabilita.

Per permettere all’analista di individuare ulteriori segnali di “limite” si ricorre spesso a metodi diversi .
Un metodo prevede l’uso di deviazioni standard sotto la linea dello “0” o la misurazione della percentuale di movimento al di sopra e al disotto della linea dello “0”.

Il segnale di acquisto (BUY) scatta quando l’indicatore supera dal basso la linea dello “0”.
Quello di vendita (SELL) quando l’indicatore perfora dall’alto la linea dello “0”.
Troviamo una formula molto semplice per determinare questo indicatore: ecco il calcolo da eseguire.

MOMENTUM
= prezzo di chiusura della barra corrente/prezzo di chiusura della barra a N periodi * 100

Reverberi Erica

Questa voce è stata pubblicata in Forex e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento