L’inflazione nel Regno Unito si ammorbidisce, USD migliore nel pre-CPI

L’inflazione nel Regno Unito si ammorbidisce, USD migliore nel pre-CPI

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
15 aprile 2014



La morbidezza delle cifre sull’inflazione nel Regno Unito ha innescato un breve azione dei prezzi della sterlina, GBP, questa mattina. Il cable ha rimbalzato da un minimo da una settimana, mentre EUR / GBP ha testato la 50 DMA. La reazione del mercato istintiva non ha danneggiato i livelli tecnici chiave, il focus rimarrà sulle offerte nel Regno Unito. EUR / USD prova il forte sostegno a 1.3800, EUR- nel complesso dà segni di debolezza. Gli Stati Uniti pubblicheranno i numeri dell’inflazione nel pomeriggio. Una lettura più forte dovrebbe stimolare i tori USD e pesare ulteriormente su EUR / USD.

Si ammorbidisce l’inflazione nel Regno Unito

Nel Regno Unito il CPI è ulteriormente sceso al 1,6 %. La debolezza dei prezzi al consumo dà chiaramente alla BoE la libertà di avere il suo orientamento in avanti saldamente attivo, con l’inflazione che non è più una preoccupazione. Le tendenze headline del CPI sono in dal 3,0 % e arrivano ulteriormente al di sotto del 2%, obiettivo della BoE da gennaio. Secondo l’ufficio statistiche, la debolezza della CPI è dovuta alla benzina, all’abbigliamento e ai mobili, che hanno dei prezzi più bassi. D’altra parte, l’inflazione dei prezzi delle case ha colpito il 9,1 % nel mese di febbraio, il dato più veloce dal giugno 2010 secondo ONS.

GBP / USD si muove fino a 1,6661 nel post- CPI come reazione istintiva ed è rimbalzato dalle medie giornaliere. GBP / USD si trova leggermente al di sotto del range di medio periodo del canale rialzista da novembre ad aprile. Il supporto chiave a breve termine è visto a 21 DMA e a 50 DMA ( 1.6628/23). EUR / GBP ha colpito la 50-DMA ( 0,82835) prima di estendere le perdite giornaliere. Il primo obiettivo è pari a 0,82250, quindi a 0,82042.

L’euro dà segni di debolezza

EUR / USD è cautamente ribassista; la minaccia di un QE da parte dei funzionari della BCE ha difficoltà a prendere uno slancio significativo. Le offerte cercano il valore di 1.3800 oggi, gli indicatori segnalano un’inversione di tendenza a breve termine. Tuttavia, la riluttanza degli operatori a unirsi al ribasso è plausibile data la fragilità del trend ribassista di EUR / USD nel corso dell’anno passato.

Tecnicamente, lo slancio rialzista perde ritmo, il MACD ( 12, 26) farà un passo nella zona rossa per una stretta quotidiana sotto 1.3750. A questi livelli, la prima linea di supporto è posta a 1,3781. Le scommesse sono distorte al ribasso sotto 1.3800. I dati sull’inflazione della zona euro sono attesi per domani e dovrebbero confermare l’ulteriore morbidezza delle letture fondamentali del CPI, cosa attesa.

Lascia un Commento