Lo spread e i lotti

Fanno parte della tecnica di base del trading forex il termine spread e le regole sui lotti.
Lo spread è facilmente individuabile come la differenza di quotazione tra il prezzo di acquisto, ovvero il prezzo per l’apertura di posizioni long (chiamato anche bid o buy) e di vendita, ovvero il prezzo per l’apertura di posizioni short (chiamato anche ask o sell) di una coppia di valute.

Lo spread viene misurato in pips: solitamente la differenza tra le quotazioni è di pochissimi pips, 2-3 in media. Ogni brokers offre un differente spread, tenendo sempre in conto che, per evitare operazioni di arbitraggio, difficilmente troveremo spread molto diversi tra un operatore o l’altro.
Lo spread rappresenta anche il guadagno del brokers: ricordiamo che nel forex non ci sono commissioni per l’apertura o chiusura di posizioni.

La quantità base di valuta che è possibile acquistare nel trading forex è detta lotto: il lotto standard è di 100.000 unità di moneta.
Naturalmente, grazie all’effetto leva non è necessario possedere quantità enormi di denaro nel proprio conto per acquistare grandi lotti.
Sono anche presenti i minilotti, che valgono 1/10 dei lotti standard, cioè 10.000 unità di moneta ed i microlotti, che rappresentano 1.000 unità.
Per i 3 casi si parla in gergo di lot, mini lot o mini forex contract e micro lot o micro forex contract.

Questa voce è stata pubblicata in Tecniche Forex e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento