MACD, i segnali

MACD, i segnali

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex, Tecniche Forex
Ultimo aggiornamento:
26 marzo 2011



Negli scorsi articoli abbiamo parlato del MACD. Abbiamo visto come se la linea del MACD si sposta sopra la linea di segnale, abbiamo un segnale di buy, cioè un segnale di conferma di una tendenza rialzista. Il prezzo della coppia di valute ha un movimento verso l’alto con delle piccole correzioni. Al contrario, se la linea del MACD si sposta al di sotto della linea di segnale, siamo in una situazione in cui il trend rialzista potrebbe terminare e potrebbe iniziare una tendenza al ribasso. Questo è il momento di vendere un lotto già acquistato oppure di aprire delle posizioni short.

Attenzione anche al fatto che il MACD potrebbe avere delle divergenze. Per esempio, prima che ci sia un crossover, la linea del MACD potrebbe muoversi verso il basso in maniera brusca, prima del crossover effettivo. Allo stesso modo si potrebbe avere un movimento verso l’alto della linea del MACD prima che ci sia crossover. Le divergenze possono anche indicare un possibile cambiamento del trend, anche se devono essere studiate ed analizzate con cautela.

Quando i punti successivi a dei livelli alti o bassi del MACD si stanno muovendo verso dei picchi precedenti, può esserci un buon segnale per avere una tendenza emergente verso il basso. Allo stesso modo, se i punti successivi a quelli alti o bassi si stanno muovendo in maniera maggiore rispetto a quelle precedenti, può esserci un buon segnale per una tendenza rialzista emergente.

Per aiutarci ad operare con il MACD, è stato sviluppato anche l’istogramma del MACD, creato da Thomas Aspray nel 1986. L’obiettivo di questa creazione era quella di ridurre il ritardo.

Sappiamo infatti che in maniera normale, il MACD ci dà segnali di acquisto o di vendita in ritardo. A causa di questo ritardo a volte ci si perde dei movimenti importanti del mercato. L’obiettivo dietro l’invenzione dell’istogramma del MACD è quello di accelerare i segnali, ovvero di essere in grado di anticipare il crossover in anticipo.

Lascia un Commento