Cosa sono un mercato toro e un mercato orso?

Cosa sono un mercato toro e un mercato orso?

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
22 dicembre 2014



Nel mercato delle azioni e in quello del forex ci sono tori e orsi. Sembrano due cose pericolose e “strane”, ma in realtà non lo sono. Si sente spesso che il mercato può essere rialzista o ribassista. Allora, qual è la definizione di un mercato toro e quale, invece, quella di mercato orso?

Un periodo toro è quando un mercato sta mostrando una certa fiducia. Gli indicatori legati proprio a questa fiducia indicano i prezzi in salita, gli indici di mercato come il NASDAQ anche in salita, il numero di azioni scambiate elevato e un numero di imprese che entrano nel mercato azionario sempre più fiduciose. Queste sono le caratteristiche rialziste del mercato, una condizione normale durante le fasi di crescita economica. Se vi sono una serie di giorni di rialzo, allora si può sentire che il mercato è “toro”. Tecnicamente, se si ha un mercato toro, siamo di fronte ad un aumento di valore del mercato. L’enorme aumento del Dow e del Nasdaq durante il boom tecnologico è un buon esempio di un mercato toro.

Un mercato orso è l’opposto di un mercato toro. Se i mercati scendono, allora siamo in un mercato orso, ovvero un momento in cui c’è una certa mancanza di fiducia, i prezzi oscillano per poi scendere, gli indici sono calo e i volumi degli acquisti sono stagnanti. In un mercato orso le persone restano per lo più fuori dal mercato in attesa che i tori possano tornare ad avere una certa forza per avviare la ripresa dei prezzi. C’è anche chi dice che un mercato orso è praticamente un mercato toro che dorme.

Alcune persone credono che, riconoscendo i diversi tipi di mercati, si possono fare soldi investendo sul mercato azionario e in quello del forex. L’idea di base dietro l’acquisto di azioni è quello di comprare basso e di vendere alto. Questo, e solo questo, permetterà di far registrare dei profitti. Quindi, per fare soldi bisogna acquistare i titoli in un mercato orso, ovvero quando i prezzi delle azioni sono bassi, e invece vendere mentre un mercato è in una fase toro, ovvero quando i prezzi delle azioni sono alti. Tuttavia, sapere quando è il momento migliore per comprare o per vendere non è così semplice.

Purtroppo, la maggior parte degli investitori opera spesso in maniera troppo emotiva e vende in un mercato orso, magari perché hanno paura di perdere denaro, oppure comprano in un mercato toro magari perché non vogliono perdere i guadagni registrati fino a quel dato punto.

Lascia un Commento