Money Management

Money Management

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex, Tecniche Forex
Ultimo aggiornamento:
22 ottobre 2009



Una delle cose che fa la differenza tra un grande broker Forex e uno mediocre non è sicuramente il numero di operazioni che si riescono a chiudere in positivo. Anche quello, ma non è l’opzione principale. La differenza la fa il Money Management, ovvero la capacità di gestire il proprio capitale. Si potrebbe pensare al Money Management come un qualcosa che ci protegge da eventuali perdite eccessive qualora apriamo operazioni che vanno contro l’andamento del trend principale. E’ anche questo, ma fare Money Management significa anche gestire le operazioni in guadagno, ovvero capire quando è il momento di uscire dalle stesse per trarne il massimo vantaggio possibile.

Non è facile fare Money Management e non esistono delle regole standard e valide per tutti. Sicuramente è solo con l’esperienza che si riesce a migliorare il nostro Money Management e a preservare nella maniera migliore possibile il nostro capitale.

C’è addirittura chi dice che, nel momento in cui apriamo un’operazione, non dobbiamo mai rischiare di perdere oltre l’1% del nostro capitale, in maniera da riuscire ad avere a nostra disposizione una quota di capitale sufficiente per recuperare. In questo esempio, infatti, rischiare solo l’1% ci porta a poter perdere anche 20 operazioni consecutivamente e ad avere ancora l’80% del capitale a nostra completa disposizione.

C’è invece chi consiglia che tale percentuale possa salire anche al 2%, in maniera da darci una possibilità leggermente maggiore di tornare in positivo nel caso in cui la perdita sia solamente temporanea.

In ogni caso, come abbiamo già detto, sono solo delle ipotesi, anche perché nessuno meglio di noi sa qual’è il Money Management migliore che possiamo mettere in pratica.

Ovviamente, per poterlo applicare nella pratica bisogna anche conoscerlo ed uno degli strumenti migliori a nostra disposizione per fare Money Management è lo stop loss, che andremo a vedere nel prossimo articolo.

Lascia un Commento