Monti da Cameron, bisogna convincere che l’Italia è solida

La visita di Monti in Inghilterra fa parte di una settimana di incontri che il nostro premier avrà nelle capitali di tutta Europa, dopo il declassamento del rating del credito dell’Italia e di altri otto stati della zona euro, così come quello del fondo di salvataggio della UE. Monti ha avvertito del pericolo di una reazione forte tra gli elettori, contro le misure di austerità e le decisioni prese dalle agenzie di rating. Sono tanti infatti i paesi che sono costretti a fare dei profondi tagli alle spese statali per pagare il loro debito.

I colloqui che ieri si sono tenuti al 10 di Downing Street si sono basati sulla situazione economica e sul prossimo vertice UE a Bruxelles. Monti praticamente vuole rassicurare gli investitori sulla determinazione di Roma di tenere le sue finanze sotto controllo. La decisione dell’agenzia di rating Standard & Poor di declassare il debito italiano di due punti, portandolo a BBB + , lega a un palo la speranza che la crisi potrebbe avere superato il suo picco.

Proprio Monti, che ha incontrato il presidente del Consiglio europeo Herman van Rompuy lunedì, accoglierà il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy a Roma, domani, per un secondo incontro trilaterale al fine di discutere i piani per una nuova disciplina fiscale. Proprio Monti ha esortato la Merkel a riconoscere che la Germania dovrebbe contribuire ad abbassare i costi di indebitamento di paesi altamente in crisi, come l’Italia, magari investendo più soldi nei fondi di salvataggio.

Nel frattempo occhi puntati sulla prossima riunione e sulla Tobin Tax, con la Gran Bretagna che non firmerà l’accordo, il cui testo definitivo è previsto per il prossimo marzo. Sempre riguardo a questa tassa sulle transazioni finanziarie, anche altri paesi potrebbero alla fine trovarsi d’accordo con Cameron. Staremo a vedere cosa accadrà.

Questa voce è stata pubblicata in Economia mondiale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento