Nelle votazione di emergenza la CBT si dichiara independente dal governo

Nelle votazione di emergenza la CBT si dichiara independente dal governo

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
29 gennaio 2014



La banca centrale turca non solo ha alzato i tassi nella riunione politica di emergenza di ieri, ma essi sono letteralmente moltiplicati. Il tasso pronti contro termine di una settimana è passato dal 4,5% al ​​10,0%, il tasso overnight è passato dal 3,50 % / 7,75 % al 8,00 % / 12,00 %. L’azione è stata molto aggressiva ma ha ben risposto alle aspettative del mercato. Mentre il cambio di marcia della notte in linea di massima era previsto e richiesto, il forte aumento del tasso di riferimento ha molto sorpreso. Inoltre, i “giorni di extra – serraggio” non ci saranno più. La lira prende un attimo di respiro, ma per quanto tempo?

Perché la banca turca ha fatto così?

Nella sua riunione regolare la scorsa settimana, la CBT ha deciso di continuare con la sua politica di serraggio. L’idea era di mantenere tutte e tre le aliquote e di introdurre una stretta monetaria per finanziare i mercati al tasso medio del 9,00 %. Sebbene i mercati erano chiaramente in cerca di chiarezza e di semplificazione della politica, la CBT ha giocato la carta della sicurezza politica, la quale ha risposto in maniera aggressiva spingendo la CBT stessa a rivedere la decisione.

In un certo senso, i mercati hanno distrutto la strategia di inasprimento della CBT e l’alternativa era quella che abbiamo visto stanotte. In linea di semplificazione, con la decisione adottata dal Comitato di Politica Monetaria nella riunione del 28 gennaio 2014, la politica monetaria che era iniziata lo scorso 11 giugno 2013 sarà conclusa da oggi. E’ stato questo l’annuncio da parte della banca nel suo sito web. Chiaramente, la tempistica è infelice sul lato politico, con il premier Erdogan che ha ribadito la sua posizione contro l’aumento giusto un paio d’ore prima dell’annuncio della decisione di ieri. Alla mezzanotte di oggi, il governatore Basci ha dato un messaggio importante: la CBT è indipendente.

Gli impatti forex dureranno?

La lira turca ha preso una pausa dopo essere arrivata a dei minimi storici. USD/TRY era sceso al record di 2,3900, mentre EUR/TRY era arrivato a 3,2725. A mezzanotte di oggi, USD/TRY ha venduto a 2,1626 per la prima volta in due settimane, ma non è riuscita a rimanere a questi livelli. Questa mattina USD/TRY ha colpito 2,2414, mentre EUR/TRY è tornato sopra 3,0000.

La questione, naturalmente, è se gli impatti sul mercato dureranno. La risposta è: poco. Nonostante il rialzo dei tassi abbia facilitato le pesanti pressioni negative sulla lira turca, ci sono ancora il rischio politico, i disordini sociali e la debole ripresa economica del paese che pesano sulla valuta turca.

Lascia un Commento