Notizie e trading, l’NFP

Notizie e trading, l’NFP

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
2 luglio 2011



L’NFP è una statistica mensile raccolta dall’US Bureau of Labor Statistics. L’acronimo sta per Non-Farm Payroll. La statistica viene rilasciato il primo venerdì di ogni mese e ha lo scopo di dare un indice di breve termine sullo status economico degli Stati Uniti. La statistica del NFP misura il numero attuale di dipendenti pagati sui libri paga del paese, esclusi quelle dei settori agricoli, non-profit, governativi e per la casa. Oltre al numero dei lavoratori dipendenti nei settori complementari, la statistica fornisce anche delle informazioni sugli orari lavorativi medi della settimana, così come indicazioni circa i salari settimanali e la retribuzione.

L’interesse verso questo particolare tipo di dato è che esso costituisce circa l’80% del PIL statunitense. A causa di questo fatto, la statistica NFP dà una buona stima di come la maggioranza dei lavoratori americani stiano parlando in termini economici. Dato che la prosperità economica influisce positivamente sui consumi di breve termine, la statistica dà anche una buona idea di quanti consumi ci si possono aspettare il mese seguente. Così, l’NFP serve anche da indicatore circa il livello delle transazioni che potrebbero esserci nell’economia americana, aiuta quindi gli investitori a misurare la quantità di moneta che ci si può aspettare circoli.

La quantità di denaro che circola attraverso l’economia è importante per tutti gli investitori del forex, dato che l’offerta di denaro colpisce direttamente i prezzi e i tassi di cambio coinvolti nel mercato delle valute.

Tutto ciò per dire che i dati dell’NFP indicano la crescita economica nazionale. Allo stesso tempo, i valori del NFP possono misurare anche se l’inflazione è in aumento o meno. Un aumento dell’inflazione potrebbe ovviamente essere di interesse per gli operatori, poiché significherebbe che la moneta nazionale ha del potere d’acquisto in meno e quindi si è in grado di acquistare meno valuta straniera.

Lascia un Commento