Oro, il prezzo è in calo

Oro, il prezzo è in calo

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Materie prime e metalli
Ultimo aggiornamento:
10 gennaio 2013



L’oro è stato poco cambiato in seguito all’indebolimento della forza del dollaro, che ha fatto calare la richiesta di un investimento alternativo. Questo andamento contrasta con l’ottimismo che la domanda del metallo giallo rimarrà robusta in Cina. Il prezzo dell’oro è a quota 1.657,05 dollari per ogni oncia, in calo dello 0,2 per cento. Il prezzo dell’oro per la consegna a febbraio è salito invece dello 0,1 per cento, arrivando a 1.656,90 dolllari per ogni oncia, dopo un calo dello 0,4 per cento ieri. L’oro ha perso l’1,1 per cento dall’inizio dell’anno.

L’indice del dollaro è invece avanzato per il terzo giorno di seguito anche se, nei confronti del biglietto verde, lo yen si è avvicinato al minimo da 2 anni e mezzo in seguito al fatto che il primo ministro Shinzo Abe ha esortato il governatore della Banca del Giappone, Masaaki Shirakawa, a raggiungere l’obiettivo di inflazione, mentre l’euro si è mosso in calo per il terzo giorno di seguito in attesa della riunione della Banca centrale europea, prevista per oggi.

L’oro continua a commerciare in uno stretto range di prezzi che tendono ad attirare gli acquirenti, mentre nessuno insegue i rally. Il dollaro e il globale contesto economico, di cui vi abbiamo dato un breve excursus, continuano ad influenzare la direzione del prezzo del metallo giallo. Proprio per quanto riguarda il prezzo dell’oro, è sulla Cina che ci sono delle grandi speranze, anche in seguito al fatto che le esportazioni sono cresciute del 14,1 per cento nel mese scorso, quasi il triplo della crescita prevista dagli esperti. I dati di questa settimana hanno mostrato che la Cina è arrivata al massimo da 7 mesi a questa parte in termini di importazioni nette di oro.

Relativamente agli altri metalli, l’argento è stato cambiato a quota 30,3525 dollari per una oncia, mentre il platino è sceso dello 0,1 per cento arrivando ad un prezzo di 1.597,25 l’oncia.

Lascia un Commento