Oro, un investimento prezioso

Oro, un investimento prezioso

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Materie prime e metalli
Ultimo aggiornamento:
13 dicembre 2011



L’oro è un bene all’interno di qualsiasi fondamento di risparmio a lungo termine, così come all’interno di qualsiasi portafoglio di investimento. Per secoli, in particolare durante periodi di stress finanziario e di volatilità, gli investitori hanno cercato di proteggere i loro capitali in attività che offrono delle sicure riserve di valore. Un salvagente molto potente è proprio la stabilità dell’oro, che rimane attraente per gli investitori, ieri come oggi.

Dato che è uno dei pochi beni finanziari che non si basano sulla promessa di pagare, l’oro offre un rifugio dal rischio di default. Offre infatti agli investitori l’assicurazione contro i movimenti estremi del valore di altre asset class. Perché dovresti voler investire una parte del tuo denaro in oro e perché è una cosa che tutti dovrebbero fare?

Diversificazione del portafoglio. La maggior parte dei portafogli di investimento, in primo luogo, tendono ad avere delle attività finanziarie tradizionali, quali azioni e obbligazioni. Diversificare il portafoglio è in grado di offrire una maggiore protezione contro le fluttuazioni del valore di ogni singola attività o di un gruppo di attività. I fattori di rischio che possono influenzare il prezzo dell’oro sono di natura piuttosto diversa da quelli che invece vanno ad influenzare altre attività, come appunto le azioni e le obbligazioni. Statisticamente, un portafoglio che contiene anche degli investimenti in oro è una cosa generalmente più robusta e meno volatile di quei portafogli che invece non hanno oro al loro interno.

Mantenimento del poter di acquisto. I cicli di mercato vanno e vengono, ma nel lungo termine l’oro mantiene il suo potere d’acquisto. Il valore dell’oro, in termini di beni reali e di servizi che si possono acquistare, è rimasto straordinariamente stabile per secoli. Al contrario, il potere d’acquisto di molte valute è generalmente diminuito, a causa dell’aumento del prezzo di beni e servizi.

Lascia un Commento