PIAZZA AFFARI, UNA GIORNATA DA RICORDARE.

PIAZZA AFFARI, UNA GIORNATA DA RICORDARE.
Antonio Parisi

Scritto da:
Antonio Parisi
Categoria:
Trading operativo e analisi tecnica
Ultimo aggiornamento:
23 aprile 2013



Giornata epica per il Ftse Mib che sigla un poderoso +2,93% fissandosi a 16490 punti, un livello che non vedeva da due mesi.
Una prova di forza del listino italiano,forte oggi nonostante i brutti dati sui Pmi. Un rialzo che secondo molti non è dovuto solo alla situazione politica ristabilita ma ad una possibile inversione di tendenza.
Il Btp decennale vede un rendimento sotto la soglia del 4% al 3,93%. Non accadeva dal novembre 2010. Lo spread è a quota 268 (-13 punti base). Il rendimento del Btp a due anni è al minimo storico all’ 1,12%.

 

MIB.

TITOLI SOTTO LA LENTE

Scendono le materie prime a partire dal petrolio: il Wti è scambiato a 88,2 dollari al barile, in calo dell’1%. L’oro perde l’1,4% a 1.406 dollari l’oncia, primo ribasso dopo cinque sedute consecutive di rialzo.

Il cross euro dollaro si attesta a 1,302 da 1,306 della chiusura precedente. Stamattina era sceso a 1,297.

Fra le blue chip milanesi si mette in luce Fiat che sale del 5,3% dopo l’upgrade di Ubs che ha alzato il giudizio a “buy” da “neutral”.

Fra gli altri titoli industriali, Finmeccanica sale del 3,4% sulle indiscrezioni di un interesse della coreana Doosan per Ansaldo Energia.

StM chiude con un + 9% dopo gli ottimi dati trimestrali annunciati in serata. Fiat Industrial +2,6%, Prysmian +3,4%.

Enel avanza del 3,7%, A2A +2,8%.

Telecom Italia grazie alle insistenti voci che la affiancano a 3Italia prende il 6,8%

Eni, suggerito in mattinata,sale dello 0,9%. Saipem -2,3% nel giorno della presentazione dei dati del primo trimestre.

In rialzo le banche: Unicredit +4,2%, Intesa +2,7%, MontePaschi +2,2%, Mediobanca +5,1%.

Nel risparmio gestito, Azimut +3,4%, Mediolanum +3,7%..

Anche il settore del lusso segna importanti rialzi: Richemont +9%. Luxottica +1,9% e Tod’s +2,2%. Cucinelli +1,1% dopo la notizia che Mediobanca ha piazzato 1,1 milioni di azioni. Perde Moleskine -2,2%.

Tra le mid/small caps, forte rialzo di Safilo +10% dopo la trimestrale.

Balzo di Rcs +12%.

POLITICA, FORSE LA SVOLTA

Sul fronte politico la situazione sembra del tutto migliorata dopo la rielezione di Giorgio Napolitano alla Presidenza della Repubblica.
Lo schieramento del Partito Democratico ha acconsentito con la maggioranza dei voti il mandato alla delegazione che potrà finalmente issarsi al Quirinale per le consultazioni, con il quale il PD dichiara il massimo sostegno agli sforzi del presidente della Repubblica, per dar vita al governo, ma cosa importante non cita Matteo Renzi come suo candidato premier.
Il movimento capitanato da Beppe Grillo resterà all’opposizione e deciderà volta per volta quali misure appoggiare.
Tutto è stato annunciato dai leader delle due Camere, Roberta Lombardi e Vito Crimi.
Un’unica opposizione senza essere per principio contro le decisioni prese dalla maggioranza, ogni scelta verrà presa volta per volta valutando ed esaminando tutte le proposte.

Nel frattempo si mormora che il Presidente della Repubblica potrebbe non dare stasera l’incarico per la formazione del nuovo governo.

Lascia un Commento