Qual’è l’errore numero uno nel Forex?

Qual’è l’errore numero uno nel Forex?

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
19 dicembre 2011



I trader vincono, in media, una posizione ogni due, ovvero il 50% delle posizioni aperte sono positive. Nonostante questo, essi perdono più soldi rispetto a quelli che ne guadagnano. Una cosa che bisognerebbe fare, ma che non sempre si fa, è usare lo stop loss e i limiti per imporre un rapporto tra rischio e ricompensa di 1:1 o maggiore.

Perché fare trading porta la maggior parte dei trader a perdere denaro. Molti trader forex hanno una significativa esperienza in altri mercati, la loro analisi tecnica e fondamentale è spesso molto buona.

Secondo dei dati legati al trading, con la coppia di valute EUR / USD, una delle più popolari, i trader hanno guadagnato nel 59% dei casi, mentre hanno perso nel rimanente 41%. Quindi, in questo caso, avere un maggior numero di successi comporta automaticamente il guadagnare dal mercato delle valute? Le cose non stanno propriamente così, dato che la maggior parte dei trader perde denaro, anche se chiude in positivo un numero di posizioni maggiore rispetto a quelle che chiude in negativo. Allora in cosa si sta sbagliando?

La risposta è una sola. I trader perdono denaro in maniera complessiva perché, in media, le posizioni che si chiudono in perdita sono più grandi rispetto alle posizioni che si chiudono in positivo.

Usiamo sempre la coppia di valute EUR / USD come esempio. Sappiamo che la coppia EUR / USD è redditizia nel 59% del tempo, ma le perdite medie su questa coppia di valute, secondo la stessa analisi di cui sopra, sono di circa 127 pips. Al contrario, i profitti medi sono stati di circa 65 pips. Mentre i commercianti hanno avuto ragione per oltre della metà dei casi, essi hanno perso quasi il doppio del denaro, perché tendono a lasciare aperta una posizione perdente più a lungo rispetto ad una posizione vincente, il che alla lunga si trasforma in un’arma che ci si ritorce contro.

Lascia un Commento