Regno Unito, evitata la doppia recessione

Regno Unito, evitata la doppia recessione

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
27 giugno 2013



Ci sono buone notizie che arrivano dal Regno Unito, dato che il paese ha fatto sapere di essere riuscito ad evitare una doppia recessione alla fine del 2011 e l’inizio del 2012, secondo i dati rivisti dal Ufficio per le statistiche nazionali.

Tuttavia, la recessione dopo la crisi finanziaria era più grave di quanto originariamente pensato. Il Prodotto interno lordo ha perso, secondo le stime riviste, il  7,2 per cento subito dopo la crisi finanziaria, a differenza delle prime stime che volevano un calo dello stesso pari al 6,3 per cento. La notizia che l’economia non si è contratta nei primi tre mesi del 2012 dà sicuramente un certo sollievo a George Osborne, il cancelliere britannico, anche se, a conti fatti, l’economia inglese è tutt’altro che robusta. La stessa dovrebbe crescere leggermente nel corso dei primi tre mesi del 2013, secondo le previsioni dell’ONS, dello 0,3 per cento rispetto al trimestre precedente, un dato positivo che si affianca a quello, più negativo, della stime di crescita anno su anno, che è stata dimezzata allo 0,3 per cento.

I redditi disponibili per i britannici sono scesi del 1,7 per cento nello stesso trimestre, facendo segnare il più grande calo dal 1987, mentre gli investimenti delle imprese sono diminuiti drasticamente, in misura pari al 1,9 per cento trimestre su trimestre.

I dati mettono in evidenza come la situazione attuale del Regno Unito sia nettamente peggiore rispetto ai livelli pre-crisi. Certo è che ci sono delle indicazioni tempestive relativamente al fatto che l’economia inglese ha continuato a raccogliere slancio nel corso delle ultime settimane, anche se il dettaglio del primo trimestre 2013 per quanto riguarda il PIL fornisce ulteriori motivi per essere prudenti prima di poter parlare defitivamente di recupero.

Si attende, nel frattempo, l’arrivo del nuovo governatore della Banca d’Inghilterra, Mark Carney, che dovrà lavorare ancora molto per riuscire a rilanciare l’economia del paese inglese.

Lascia un Commento