Ribassi di borsa guidati da ENEL

Ribassi di borsa guidati da ENEL
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
28 febbraio 2009



E’ durato poco l’entusiasmo del rialzo della borsa di Milano fatto registrare nella giornata di giovedì: ieri infatti nuovo calo del mercato, guidato da forti perdite di Enel e nuovamente Fiat. S&P Mib in calo del 2,44% e Mibtel in rosso dell’ 1,94%
A guidare i ribassi dell’S&P/Mib è stata proprio l’azienda energetica che ha subito una perdita del 7,23% scendendo sotto quota 4 Euro (chiusura a 3,8575 Euro); la reazione negativa del titolo è stata causata dalla notizia di un possibile aumento di capitale da 5 a 7 miliardi. ENEL ha infatti necessità di capitale per far fronte alla crescita internazionale che dovrà realizzare a seguito dell’acquisizione di Endesa; tale operazione “spagnola” costituisce un passo molto importante ma altrettanto valido per l’azienda per sostenere la crescita all’estero. Una decisione definitiva in merito dovrebbe comunque essere presa entro breve tempo, per poter presentare il progetto in occasione dell’approvazione del bilancio 2008, il prossimo 11 marzo; il Ministero dell’Economia, che rappresenta il principale azionista di Enel con il 21,87% circa, avrebbe dato un’approvazione di massima all’aumento.
Un importante quotidiano ha oggi sostenuto che l’aumento di capitale servirà all’azienda per ridurre l’indebitamento e non per l’espansione e miglioramento dell’attività all’estero.
“Enel è un’azienda sana, ha commentato il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola, le reazioni di borsa non coincidono al reale valore dell’azienda”.
Ieri a Piazza Affari, nel settore energetico, Eni ha limitato le perdite chiudendo a -0,5%, mentre Prysmian ha chiuso con un pesante rosso del 5,37%.
Reverberi Erica

Lascia un Commento