Riconoscere i pattern usando le onde di Elliott

Riconoscere i pattern usando le onde di Elliott

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex, Grafici Forex
Ultimo aggiornamento:
19 maggio 2011



Per riconoscere il modello usando le onde di Elliott occorre guardare il grafico in molti modi diversi, è difficile riconoscere il modello solo da uno sguardo, mentre se si sta utilizzando una procedura specifica, con un indicatore, sarà molto più facile vedere più facilmente il modello .

Il forex si muove in una serie di alti e di bassi, come rispecchiate dalle onde di Elliott, dunque qualsiasi onda di tendenza deve essere seguita da un’onda di tendenza verso il basso. Questo è ciò che vediamo quando guardiamo i grafici forex, ma ancora ci possiamo porre le stesse domande, ovvero come possiamo riconoscere i modelli grafici?

Le onde di Elliot ci permettono, se si dà un’occhiata più da vicino ad ogni onda in un arco di tempo più piccolo, di trovare un modello armonico che si muove sulla forma dell’onda.

Basta aprire il grafico a 4 ore di qualsiasi coppia di valute e prendere ogni onda impulsiva, quindi contare le 5 onde di Elliot per riconoscere la tendenza. Se si prende ogni onda per un periodo di tempo inferiore, ad esempio a 30 minuti, si trova un modello chiaro ed armonico del pattern che si sta formando. Da questo lasso di tempo si può partire per prendere in considerazione i punti necessari per definire il livello di supporto e quello di resistenza.

Usare le onde di Elliott nel nostro commercio di permette di essere a metà strada per un successo commerciale, dato che sono strumenti che danno la fiducia necessaria per farti capire che sei nella strada giusta.

Ma oltre a questo le onde di Elliot ti danno anche un ulteriore iniezione di fiducia, che è necessaria per capire ancora una volta che si è lungo la strada giusta, soprattutto quando si vedono le onde che si muovono come i calcoli che sono stati fatti, il che significa che si stanno usando dei metodi giusti per fare trading e dunque si può operare con profitto.

Lascia un Commento