E se le aspettative della Fed fossero troppo dovish?

E se le aspettative della Fed fossero troppo dovish?

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
29 ottobre 2013



Il calo del dollaro australiano è la mossa importante nel trading forex di oggi, in seguito al fatto che il discorso del governatore della RBA ha tirato giù la moneta australiana a causa di parole troppo pessimistiche. Altrove, il punto fondamentale è la riunione del FOMC di due giorni a partire da oggi. Le major si trova in una leggera polarizzazione negativa prima della decisione della Fed, annunciata domani. Date le condizioni di ipervenduto del USD, abbiamo il sospetto che le aspettative sui Fed potrebbero rivelarsi troppo dovish: se la Fed non dovesse parlare della recente chiusura del governo e della più recente debolezza dei libri paga non agricoli?

Qui dollaro australiano

L’AUD è il più grande perdente della giornata in seguito alle già citate parole del governatore della RBA, Stevens. Glenn Stevens ha commentato che la forza dell’AUD è insolita, non supportata dai fondamentali e considerando il declino in termini di commercio e di dissolvenza del sentimento. La reazione del mercato è stata immediata, con l’AUD venduta contro tutti i suoi omologhi principali. Tecnicamente, la coppia AUDUSD non è più nella zona correttiva. Secondo il MACD 12 – 26 siamo entrati in una nuova tendenza ribassista intra-day.

Il cross con JPY è pesante

La sessione durante la notte è stata pesante sul cross con la valuta giapponese. USDJPY è attualmente bloccata nella gamma tra la media mobile a 21 e 200 giorni ( 97.44/74 ) in attesa di un trigger per aggiornare la direzione. La polarizzazione è in basso, con le barriere sopra 98.00. Ora, vale la pena notare che i recenti rilasci economici sono stati favorevoli alle parole di Abe. La crescita dei prezzi al consumo è in linea con gli obiettivi della politica e del consumo domestico, che ha fatto segnare dei progressi più rapidi del previsto nel mese di settembre. Visibilmente, i mercati non sono stati soddisfatti dal ritardo delle nuove riforme di Abenomics, che spiegano la riluttanza ad aprire delle posizioni short con JPY.

E se le aspettative della FED fossero troppo dovish?

E’ fondamentale ora la riunione del FOMC, che inizia oggi. Le aspettative sono chiaramente dovish, con la Fed che dovrebbe continuare a comprare 85 miliardi di dollari di bond americani al mese. Il punto chiave è che le aspettative della Fed stanno già influenzando il valore del DXY, che ha colpito 78,998. Alla situazione attuale, abbiamo il sospetto che la valuta USD è ipervenduta e che ogni commento che sostiene la linea dura da parte della Fed. La coppia di USD è destinata a continuare la sua timida camminata di recupero.

Lascia un Commento