Semplice strategia forex con gli EMA, parte 2

Semplice strategia forex con gli EMA, parte 2

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
5 ottobre 2011



Nello scorso articolo abbiamo iniziato a vedere una strategia di trading molto facile basata sugli EMA, ovvero le medie mobili. PEr poter operare al meglio con tale strategia bisognerebbe operare su un intervallo di tempo di 15 minuti, al massimo 1 ora. Inoltre, per le loro caratteristiche, questa strategia è consigliata sulle coppie di valute GBPJPY, USDJPY e GBPUSD, anche se in linea di principio la strategia dovrebbe funzionare anche con le altre coppie di valute.

Per quanto riguarda i livelli di Fibonacci, non importa quanto tempo è passato da quando la formazione ha toccato il livello, se solo pochi giorni, poche ore o pochi minuti. Se il prezzo è passato da un massimo ad un minimo di 3 ore, tutto quello che bisogna fare è elaborare i livelli di disegno di Fibonacci a partire da questi punti. Si noterà che il prezzo sul grafico partirà dai principali livelli di Fibonacci insieme con la media EMA.

Se il prezzo di chiusura della candela è al di sopra o al di sotto della media mobile EMA, è necessario stare attenti. In alcuni momenti il prezzo infatti va oltre la media mobile EMA e punta alla media successiva, mentre altre volte torna indietro.

Si consiglia di tracciare la storia di come un prezzo si comporta con una media EMA in movimento. Non dobbiamo tuttavia dimenticare che anche l’indicatore MACD, che è un indicatore molto importante nella strategia forex, deve essere preso in considerazione.

Quando la media mobile EMA (50) attraversa le altre due medie mobili, secondo una combinazione a croce, significa che per la maggior parte delle volte il prezzo si muoverà nella direzione dell’incrocio. In questa maniera si saprà con una certa precisione in che direzione il trend potrà andare a muoversi e, di conseguenza, si saprà come aprire le posizioni in guadagno ed evitare le perdite.

Lascia un Commento