Tagliare le perdite e lasciar correre i profitti, con lo stop loss e il take profit

Tagliare le perdite e lasciar correre i profitti, con lo stop loss e il take profit

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
23 dicembre 2011



Nello scorso articolo abbiamo parlato di come è importante, per non perdere denaro nel mercato delle valute, riuscire a tagliare le perdite e a lasciar correre i profitti, secondo un preciso rapporto tra rischio e ricompensa. L’obiettivo minimo dovrebbe essere quello di porsi un rapporto di 2 a 1, ovvero per un obiettivo di profitto di 80 pips, bisognerebbe porsi un rischio massimo di 40 pips. Se si segue questa semplice regola, allora si potrà aver ragione solo nella metà delle posizioni aperte (50%) per poter riuscire a rimanere in pareggio con il proprio bilancio Forex.

Che rapporto idealmente si dovrebbe usare? Dipende dal tipo di trading che si sta facendo. Solitamente, un minimo rapporto dovrebbe essere pari ad 1 a 1. In questo modo, se hai ragione solo per la metà del tempo, riuscirai ad essere almeno in pareggio. In generale, usando delle strategie di trading ad alta probabilità, come ad esempio delle strategie di trading range, potresti anche usare un rapporto più basso, anche 1 a 2. Se invece usi delle strategie di trading con una minore probabilità, come ad esempio delle strategie di trading basate sulla tendenza, allora è indicato un rapporto tra rischio e ricompensa più alto, come ad esempio 2:1, 3:1 o anche 4:1. Ricorda che più alto è il rapporto tra rischio e ricompensa che si sceglie di usare, meno spesso è necessario prevedere correttamente la direzione del mercato al fine di guadagnare denaro con il proprio trading.

Una volta che hai un piano di trading che utilizza un vero e proprio rapporto tra rischio e ricompensa, la prossima sfida è quella di rimanere sempre fedeli al piano stesso. Ricorda che è naturale per gli esseri umani voler mantenere le perdite e prendere i profitti troppo presto, ma è una cosa negativa per la propria negoziazione. Dobbiamo superare questa naturale tendenza ed eliminare le nostre emozioni dalle negoziazioni.

Lascia un Commento