Terminologia FOREX

Terminologia FOREX
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
4 aprile 2009



Arbitraggio – E’ l’ordine o la vendita di uno strumento e il prendere simultaneamente una posizione uguale ed opposta con l’obbiettivo di trarre vantaggio da piccole differenze di prezzo tra i mercati.
Valuta Base – E’ la valuta nella quale l’investitore apre il suo account. Nel mercato Forex, il dollaro USA è di norma considerato la valuta “base” per le quote, e cioè che le quote sono espresse sottoforma di unità di 1 dollaro in rapporto all’altra valuta quotata nella coppia. Le principali eccezioni a questa regola sono la Sterlina inglese, l’Euro e il dollaro australiano.
Cable – E’ il tasso di cambio della Sterlina sul Dollaro USA.
Choice Market – Un mercato senza spread dove tutti gli investitori comprano e vendono al prezzo esistente.
Tasso Incrociato – Il tasso di cambio tra due valute che sono considerate non standard nel paese dove la coppia di valute è quotata. Ad esempio, negli USA, una quota GBP/JPY sarebbe considerato un tasso incrociato mentre in UK o in Giappone sarebbe una delle principali coppie scambiate.
Svalutazione – Il calo del prezzo di una valuta che viene effettuato solitamente con un annuncio ufficiale.
Ordine Fine Giornata (EOD) – Un ordine di vendita o acquisto ad un prezzo specificato; tale ordine rimane aperto fino alla fine del giorno di trading (ore 17:00).
Forward – Cambio a termine – Il tasso di cambio specificato in anticipo per un contratto di cambio liquidato a una data futura concordata che si basa sul tasso di interesse differenziale tra le due valute coinvolte.
Reverberi Erica

Lascia un Commento