Tipi di ordini nel forex, parte 2

Tipi di ordini nel forex, parte 2

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
8 ottobre 2013



Abbiamo parlato nello scorso articolo degli ordini di uscita da una posizione forex, dicendo che sono ordini con i quali si esce dal mercato una volta raggiunte determinate condizioni positive, ovvero di guadagno. Se un commerciante apre un ordine del genere, infatti, imposta un prezzo superiore a quello di mercato se ha aperto una posizione long, oppure ne imposta uno inferiore a quello di mercato se ha aperto una posizione short.

Un altro ordine di uscita è l’ordine di fermata (stop order). Esso specifica quale sia la quantità massima di pips che si vuole rischiare in una posizione. Aprire questo ordine significa impostare un prezzo limite inferiore al prezzo di mercato se andiamo long, oppure superiore al prezzo di mercato se andiamo short.

Durata degli ordini.

Da questo punto di vista possiamo avere fino a 3 diverse tipologie di ordini.

Valido fino a cancellazione (GTC, Good Till Cancelled). Questo ordine fa lasciare aperta una posizione fino a che il mercato non raggiunge un certo livello o fino a che è cancellata dal trader.

Valido fino a “N” (GTN, Good Till N). Un ordine in cui il valore “N” è un periodo di tempo, come  ad esempio un’ora, un giorno, una settimana, oppure un determinato livello di prezzo. Questo ordine rimane attivo fino a che la condizione non viene soddisfatta.

L’uno annulla l’altro (OCO, Order cancel order). Un ordine OCO è una combinazione di due ordini: un ordine limite e uno di stop, che abbiamo visto anche nello scorso articolo. In questo caso si pone un ordine al di sotto del prezzo mercato, mentre l’altro si trova al di sopra del prezzo di mercato (non importa se sono ordini di acquisto o vendita). Quando il mercato apre un tipo di ordine, perché ne sono soddisfatte le condizioni, allora l’altro è automaticamente annullato.

Lascia un Commento