Tokyo interviene sul mercato per fermare la crescita dello yen

Il Giappone ha fatto sapere ieri di voler entrare nel mercato dei cambi per frenare la speculazione eccessiva attorno alla sua valuta, un giorno dopo aver venduto 10 miliardi di yen. Tokyo è intervenuta sul mercato dopo che lo yen ha colpito ripetutamente dei livelli record contro il dollaro, creando delle preoccupazioni sul fatto che tale andamento della valuta potesse danneggiare l’economia del Giappone, dipendente dalle esportazioni.

Il ministro delle finanze giapponese ha detto di essere impegnati in una “guerra” con il mercato, dunque bisogna prendere delle decisioni tempestive e appropriate.

Si tratta del secondo intervento di Tokyo in meno di tre mesi, il terzo quest’anno. In attesa del prossimo G20, che dovrebbe dare un po’ più di forza alle valute euro e dollaro, l’intervento del governo giapponese è stato ritenuto fondamentale. Proprio il vertice sarà incentrato sugli sforzi dell’Europa di contenere la crisi del debito sovrano e di evitare il ripetersi degli shock finanziari che sono esplosi mercati dopo il crollo di Lehman Brothers nel 2008.

Il ministro delle finanze giapponese ha detto che lo yen si è mosso in maniera non conforme ai fondamentali economici, dunque il Giappone ha agito in base al suo senso di crisi e ai suoi interessi nazionali. Le autorità giapponesi hanno espresso infatti un forte allarme sul prezzo sempre crescente dello yen, alimentato dalle preoccupazioni per la crisi del debito in Europa e per la salute degli USA piuttosto che dall’ottimismo sulle prospettive di recupero del Giappone dopo lo tsunami di marzo.

Il Giappone ha detto inoltre di non prevedere alcuna forma di piano politico per il rapporto di cambio tra dollaro e yen, dato che le esposizioni economiche del Giappone hanno diversi strumenti a propria disposizione per operare sulla moneta. Tokyo ha infatti delle munizioni sufficienti per controllare il mercato. Subito si è ovviamente scatenato il dibattito sul modo aggressivo con cui Tokyo è intervenuta per frenare lo yen.

Questa voce è stata pubblicata in Analisi Valute, Yen e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento