Trading e disciplina

Trading e disciplina

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Tecniche Forex
Ultimo aggiornamento:
25 febbraio 2010



Oggi non ci vuole molto per entrare nel mondo finanziario. Tutto ciò di cui si ha bisogno è un nome utente, una password e un conto corrente oppure una carta di credito. Per imparare a fare trading non c’è bisogno necessariamente di cose in più oltre ad essere in grado di interpretare le tendenze del mercato e aprire la posizione giusta al momento giusto.

Gli operatori di Forex sanno che non vale la pena partire esattamente da zero. Infatti, bisogna prima fare una formazione qualificata dal punto di vista finanziario. Partire da zero, infatti, è come svegliarsi la mattima, fare una doccia e poi subito la maratona di New York, senza alcun allenamento.

Un futuro finanziario sostenibile richiede un piano metodico e un’enorme quantità di pazienza. Non bisogna mai iniziare da una somma eccessivamente alta. Meglio iniziare con una quantità modesta, anche solo un centinaio di euro.

Il peggior difetto della maggior parte dei novizi del Forex è una completa mancanza di disciplina. Naturalmente, acquisire disciplina comporta una sana dose di pazienza. Aspettate prima di entrare in un trend. Entrare troppo presto o troppo tardi non porterà mai a guadagni sostanziali. È necessario cavalcare le fluttuazioni nel mercato, che potrebbero rivelarsi temporanee.

Proprio la disciplina, una ad una giusta quantità di formazione e di conoscenza del mercato stesso, a partire dalle sue basi e fino ad alcuni aspetti un po’ più professionali ed approfonditi. In questa maniera  si potrebbe anche far crescere il proprio guadagno Forex. Ma attenzione alle posizioni sbagliate, che devono essere gestite correttamente. Bisogna cercare sempre di essere pazienti e di mantenere la calma. Non è sempre facile, ma sicuramente attendere il momento giusto è proficuo, sia perché ci fa guadagnare che perché non ci fa perdere denaro in posizioni sbagliate.

Lascia un Commento