Un 2009 nero per General Motors

Un 2009 nero per General Motors
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
27 febbraio 2009



Un 2008 negativo per il primo gruppo automobilistico americano di Detroit, General Motors; il gurppo ha comunicato ieri mattina perdite nette totali per l’anno appena concluso di 30,9 miliardi di dollari, di cui 9,6 miliardi di dollari risultano essere perdite derivanti dal quarto trimestre.
Anche il 2007 era stato chiuso con una perdita di 43,3 miliardi di dollari, ma il dato maggiormente preoccupante è stata la diminuzione del fatturato da 46 a 30 miliardi di dollari. General Motors ha già ricevuto aiuti pubblici federali per 13,4 miliardi di dollari. Il gruppo ha visto calare la sua competitività dall’ultimo trimestre del 2008in tutte le principali aree geografiche del mondo, dell’ 1,7% negli Usa, dell’ 1,1% in America Latina e dello 0,1% in Europa.
Il presidente di GM, Rick Wagoner, ha dichiarato che il 2008 è stato un anno estremamente difficile per il mercato dell’auto, sia statunitense che internazionale. “Queste condizioni hanno creato un ambiente molto difficile per noi e per gli altri costruttori, continua il numero uno di General Motors, e prevediamo che tali condizioni permarranno nel 2009 e quindi occorre rivedere il piano di ristrutturazione”.
Il titolo GM, a seguito dei risultati di bilancio comunicati dalla casa automobilistica, è in caduta libera sulla borsa di New York; è ai minimi da 70 anni, quota 1,54 $ e ha ceduto ieri il 23%. Il gruppo è stato salvato dallo Stato ed ha evitato la bancarotta grazie al prestito di 13,4 miliardi di dollari e sta attendendo una risposta per il nuovo finanziamento richiesto di altri 16 miliardi di dollari e il governo entro il 31 marzo dopo aver valutato i programmi del gruppo.
Reverberi Erica

Lascia un Commento