Una visione d’insieme del mercato del Forex, parte 2

Una visione d’insieme del mercato del Forex, parte 2

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
14 settembre 2011



Abbiamo parlato nello scorso articolo della teoria di Dow e delle onde di Elliott, come base fondamentale del mercato delle valute. Charles Dow, creatore degli indici che portano lo stesso nome, ha sviluppato la sua teoria sul mercato azionario partendo da un’analogia con l’oceano. Come gli oceani hanno delle maree che salgono e scendono, i mercati azionari hanno delle fasi in salita e delle fasi in discesa.

Come le ondate di marea non arrivano mai allo stesso punto e si ritraggono meno lontani sulla sabbia bagnata, il rally successivo di un mercato toro supera i livelli raggiunti nel rally precedente.

La teoria, presentata nella sua forma più semplice, inizia con dei segnali di cambio del mercato che derivano anche dall’osservazione delle maree. Su un trend al rialzo avremo una svolta quando l’ultimo massimo non supera il livello del rally precedente. La teoria richiede che l’osservazione del Dow Jones Industrial sia confermata da uno tra due indici, ovvero il Dow Jones Transportation, che è composto da 20 quote di compagnie aeree e ferrovie, o il Dow Jones Utility, che coinvolge quindici indici regionali di aziende distributrici di gas ed elettricità.

Quest’ultimo indice è molto sensibile alle variazioni dei tassi di interesse ed scende, in genere, prima che lo faccia il Dow Jones Industrial. Questa teoria indica sempre con grande affidabilità tutti i movimenti toro e orso del mercato che ci sono stati nella storia della borsa americana dopo la fine del 19esimo secolo.

Come si possono applicare i principi della teoria di Dow all’analisi del mercato? La teoria di Dow, come tutte le teorie del mercato azionario e non, è una teoria empirica. Si basa principalmente sull’osservazione. Ricordiamo che un segnale di inversione di tendenza è lanciato da due dei tre indici. Avere un segnale su uno solo degli indici di cui sopra non è sufficiente.

Questo non è il caso con la teoria di Elliott Wave che è l’unico tentativo di anticipare le inversioni di mercato prima che si verifichino.

Lascia un Commento