USA, indice Chicago PMI

USA, indice Chicago PMI

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
31 ottobre 2009



Negli Stati Uniti durante questa settimana è stato pubblicato l’indice Chicago PMI, noto anche come Purchasing Managers’ Index, un indice regionale che viene calcolato sulla base di un’indagine condotta su un campione di 200 aziende del settore manifatturiero della zona americana di Chicago. L’obiettivo è quello di avere le opinioni dei manager di tali aziende sull’andamento economico del loro settore di riferimento.

Per poter calcolare questo indice, vengono presi a riferimento sette diversi sub indici: produzione, occupazione, tempi di consegna dei fornitori, scorte, ordini in arretrato, prezzi pagati dalle aziende e nuovi ordini. Il valore di questo indice viene calcolato in punti ed un valore maggiore ai 50 punti, indica che l’economia è in una fase espansiva, mentre un valore minore di 50 punti indice che siamo in una fase di contrazione dell’economia.

L’indice PMI di Chicago viene calcolato su due basi temporali, una mensile ed una trimestrale. A livello di influenza sui trend, l’indice trimestrale viene tenuto in maggiore considerazione, dato che quello mensile viene considerato come estremamente volatile.

L’indice PMI di Chicago viene calcolato dal National Association of Purchasing Management (NAPM) e viene reso noto l’ultimo giorno del mese al quale si riferisce.

E’ un indice che viene tenuto in buona considerazione dai trader dato che può essere utile per prevedere il Purchasing Managers Index e l’ ISM del settore manifatturiero. Un’attenzione del tutto particolare viene data alla parte dei prezzi che vengono pagati, al fine di analizzare l’andamento dell’inflazione a livello nazionale americano.

Durante il mese di ottobre, il valore dell’indice Pmi dell’area di Chicago è salito a 54,2 punti, mentre a settembre era stato rilevato a 46,1 punti. Questo dato è il massimo dallo scorso settembre 2008. Anche questo indice segnala dunque che l’attività economica degli Stati Uniti è in fase di crescita.

Lascia un Commento