Usare il MACD attendendo il crossover

Usare il MACD attendendo il crossover

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex, Tecniche Forex
Ultimo aggiornamento:
24 marzo 2011



Nello scorso articolo abbiamo iniziato a vedere come si può usare, nel proprio trading, il MACD. Ora, per prima cosa, possiamo dire di ricordare che il MACD funziona meglio nel corso di una inversione di tendenza, ovvero da trend rialzista a ribassista o viceversa, oppure durante periodi in cui il mercato si muove lateralmente, purché l’intervallo del movimento dei prezzi non è molto stretto per la coppia di valute in questione.

Il segnale probabilmente più comune mentre si usa il MACD è il crossover ribassista della media mobile, che si verifica quando il valore del MACD si muove al di sotto dell’EMA a 9 giorni. Questo crossover segnala che la tendenza per la coppia di valute è sempre ribassista, dunque è il momento di vendere.

Altri eventi che possono accadere quando si usa il MACD sono che la linea principale attraversa la linea centrale. In questo caso si ha un movimento bullish quando la principale linea del MACD si muove al di sopra della linea centrale. Questo dà un chiaro segnale che il momentum è invertito da negativo a positivo, dunque la tendenza va da ribassista o bearish a rialzista o bullish.

Al contrario, ci sono indicazioni ribassiste se la principale linea del MACD si muove al di sotto della linea centrale. Questo dà un chiaro segnale che il momentum è invertito e passa da positivo a negativo, dunque da un trend rialzista o bullish ad un trend al ribasso o bearish.

Il MACD è uno degli indicatori migliori che si possono avere nel mercato delle valute. Se si impara ad usarlo, allora ci sono delle ottime possibilità che le nostre posizioni siano sempre migliori. Bisogna fare molta attenzione ai crossover, dato che sono movimenti base di questo indicatore e ci danno i migliori segnali possibili di cosa fare nel mercato.

Lascia un Commento