I falchi statunitensi attendono i verbali del FOMC

I falchi statunitensi attendono i verbali del FOMC

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
7 aprile 2014



Il sentimento di rischio migliora dopo la delusione sui libri paga degli Stati Uniti di venerdì. Mentre i PFN hanno mancato le aspettative del mercato (troppo ottimiste comunque), il miglioramento dopo la debolezza dell’inverno è stato abbastanza equilibrato. Il FOMC rilascerà le informazioni sulla riunione del 18 e del 19 marzo questo mercoledì ed i falchi sono suscettibili di dominare il gioco questa settimana. La BoJ e la BoE daranno il loro verdetto di politica martedì e giovedì, rispettivamente. I cross JPY sono in modalità “wait and see” pre – BoJ, mentre il cable rimane sotto pressione a causa dei prezzi delle case nel Regno Unito.

La BoJ dà il suo verdetto domani

La BoJ darà il suo verdetto di politica domani, con USD/JPY e i cross JPY che sono in modalità di attesa pre – BoJ. Non ci aspettiamo un’azione politica nella riunione di domani ma ci aspettiamo che il governatore della BoJ, Kuroda, possa rinforzare il tono dovish (o anche dare accenno di un ulteriore stimolo per i prossimi mesi). Riteniamo più sicuro attendere i primi segni quantificabili di aumento delle tasse sulle dinamiche inflazionistiche e quindi cercare potenzialmente più stimoli.

USD / JPY ha aperto la settimana a 103,30 e si è ritirato a 103.00, di fianco con le azioni del Nikkei ( -1,69 %). Ci aspettiamo un consolidamento dello yen pre – BoJ. USD / JPY attualmente verifica la copertura della nube Ichimoku quotidiana al ribasso ( 102.06/103.10). Il supporto è visto a 102.80/103.00. Tecnicamente, gli indicatori di tendenza e di momentum sono rialzisti, le scommesse di opzione confermano la tendenza positiva con offerte che si trovano a 104.00.

La Boe manterrà lo status quo giovedì

La BoE dovrebbe mantenere il tasso invariato al minimo storico dello 0,50 % nella riunione di  giovedì. Nonostante la più morbida inflazione dei prezzi delle case a marzo (Halifax stima che i prezzi delle case sono in calo del 1,1% mese su mese rispetto a marzo), la debolezza nel comparto costruzioni fa aumentare i timori sul futuro del mercato immobiliare del Regno Unito. A questo punto il governatore Carney si sente ancora un po’ preoccupato sulla questione abitativa ed è improbabile vedere un rialzo dei tassi prima della Fed, cioè prima della metà del 2015.

Libri paga: non una grande delusione

Come detto in precedenza, le aspettative del mercato per le prestazioni del mercato del lavoro degli Stati Uniti erano troppo ottimistiche a marzo. L’economia statunitense ha aggiunto 192.000 nuovi posti di lavoro non agricoli, il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 6,7 %, mentre la partecipazione è aumentata al 63,2 % dal 62,8 % di dicembre.

Lascia un Commento