Zona euro, inizia la fase due: la crisi politica, parte 2

Zona euro, inizia la fase due: la crisi politica, parte 2

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
23 aprile 2013



Abbiamo detto nello scorso articolo che la crisi ha portato diversi governi alla caduta, ma le novità che li hanno sostituiti non stanno andando certo meglio. Ad esempio, in Francia, Hollande è in forte difficoltà. Il suo impegno per trovare un’alternativa alla dura austerità non è andato da nessuna parte e il programma di riforme è in stallo. Gli obiettivi di disavanzo di bilancio sono stati mancati e l’economia sta affondando, il debito e la disoccupazione sono in aumento e la popolarità di Hollande sta scendendo. Idem per la Spagna, dove il primo ministro Mariano Rajoy è ormai considerato parte del problema.

L’Italia è un paese che rispecchia in pieno la crisi politica. Dopo Monti, che ha perso le elezioni dello scorso febbraio, i partiti non sono stati ancora capaci di formare un governo. Il partito che ha preso il maggior numero di voti è stato il Movimento Cinque Stelle fondato da Beppe Grillo, emersa come la più potente figura politica in Italia. In Grecia, invece, il partito anti-austerità, ovvero Syriza di sinistra radicale, è di nuovo in aumento, mentre il partito neofascista Alba Dorata è al 10 per cento.

Tornando al nostro paese, il notevole aumento della popolarità politica di Grillo e il crollo della popolarità dei leader di Francia e Spagna, tra gli altri, è la prova che gli elettori non sono più convinti che il progetto europeo stia lavorando a loro favore. L’austerità avrebbe dovuto invertire il malessere economico e garantire la sostenibilità delle finanze pubbliche, cosa che non ha fatto. La diminuzione dei posti di lavoro continua e la riforma economica che avrebbe dovuto liberare i mercati e avrebbe dovuto stimolare la concorrenza è in stallo.

Il grande rischio è che la fase politica della crisi si trasformi in una crisi anche sociale, come è accaduto in Grecia. Questo rischio c’è in Spagna, ma anche in Francia e in Italia.

Lascia un Commento